相片

Photographer's Note

NUOVO REGIO ARSENALE COSTRUITO SUL FOSSATO ATTIGUO AL QUARTIERE CASTELLO. DI QUARTU SANT'ELENA,A ELIGIO PORCU, MORTO NELLA PRIMA GUERRA FU INTITOLATO L'ARSENALE ..(POI MUSEO)

Il 1917 - La medaglia d'argento
A febbraio di quest'anno combatte ad Auronzo, presso il torrente Ansiei.

Il 7 aprile si trova a Misurina, in cui con i suoi soldati aspetta l'arrivo del bel tempo. Qui con i suoi soldati si esercita al lancio delle bombe.

Successivamente dalle trincee del Falzarego raggiunge il Piave con le truppe della IV Armata sotto comando del generale Armando Diaz che dal 1916 gestiva le posizioni difensive del Grappa.

Da agosto pare che la sfortuna si abbatta su Eligio e la sua famiglia: nel giro di poche settimane muoiono Agostino, suo fratello, e Antonietta, sua sorella.

A causa delle difficolt delle operazioni i suoi superiori non gli concedono la licenza, ma come premio il 1 ottobre 1917 lo promuovono a Capitano. Un mese dopo assumer il comando della nona Compagnia sul Grappa.


Eligio Porcu sul Montello
Nella notte tra il 23 e il 24 ottobre gli austro-tedeschi sfondano a Caporetto, ma vengono fermate dalle truppe stanziate lungo il Piave, collegate col Trentino attraverso il Grappa.

Il 17 dicembre Eligio si distingue per i ripetuti atti che riuscirono a fermare il nemico e questo gli valse la medaglia d'argento al Valore Militare.

Il giorno dopo altri duri scontri si registrarono sul Piave e sul Grappa dove gli austro-tedeschi tentarono di sfondare le linee Italiane.

Il 1918 - Il sacrificio sul Montello
Dal dicembre del 1917 al gennaio del 1918 i militari Italiani dal Valderoa fanno partire la loro controffensiva, per bloccare definitivamente il tentativo di avanzata nemica. Nei primi mesi del 1918 quindi entrambi gli schieramenti cercano di predisporre i propri soldati per gli attacchi finali.

A Eligio viene ordinato dai suoi superiori di portarsi con la nona Compagnia sul Montello per difendere il caposaldo di Villa Serena. Qui arriva nel marzo dello stesso anno e oltre a Villa Serena con la sua compagnia presidia alcuni tratti di trincea.

Con l'arrivo della bella stagione si scatena l'offensiva. Il 15 giugno viene attaccato il Montello: per quattro giorni gli austriaci attaccano le posizioni italiane sul colle e ne occupano una parte.

Il 16 giugno gli austriaci cercano di prendere Villa Serena e cercano di accerchiare la nona compagnia. In aiuto della compagnia arrivano due plotoni di arditi. Allora Eligio Porcu lancia la controffensiva, si spinge fino alla linea nemica ma viene ferito ad una gamba; nonostante questo continua a dare ordini ai suoi soldati fino a quando i nemici non gli furono addosso. Tentarono di farlo prigioniero ma lui si port la pistola alla tempia e dopo aver urlato "Viva l'Italia!" premette il grilletto.

Nobody has marked this note useful

Photo Information
Viewed: 1478
Points: 0
Discussions
  • None
Additional Photos by Gianfranco Calzarano (baddori) Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 1860 W: 124 N: 3543] (20341)
View More Pictures
explore TREKEARTH